Robot da cucina senza cottura: migliori prodotti di Ottobre 2022, prezzi, recensioni

Le nuove tecnologie e lo sviluppo di macchinari sempre più all’avanguardia, hanno reso possibile sfruttare in qualsiasi ambito un miglioramento esponenziale dato da molti elettrodomestici e dispositivi elettronici che hanno come unico scopo quello di ottimizzare il tempo e la fatica necessaria per eseguire una determinata funzione.

Parlando di elettrodomestici adatti all’utilizzo in cucina, uno tra tutti è stato capace, nel tempo, di contraddistinguersi per un’elevatissima capacità di gestione di preparazioni differenti tra loro e che, a loro volta, richiedessero tempi nettamente diversi.

Nel seguente articolo, per l’appunto, vorremmo parlare più nel dettaglio dei robot da cucina. Questo attualmente è di certo considerato il più completo e funzionale tra tutti i macchinari in commercio. Scopriremo alcune delle caratteristiche principali e soprattutto i modelli privi della funzione di cottura. Conviene acquistarne uno? Vediamo insieme tutto ciò che di più utile possiamo conoscere in merito a tale argomento!

Quando e perché pensare all’acquisto di un robot da cucina?

Il motivo che spinge all’acquisto di uno specifico robot da cucina non è mai uno ma si tratterà sempre e comunque di un insieme di fattori che, ad un tratto faranno sì che scegliere di optare per un macchinario del genere diventi quasi indispensabile. Ma quali sono i vantaggi di usare un robot da cucina a casa?

Quante volte capita di voler sperimentare una ricetta, ma al contempo di essere sprovvisti di tempo o magari di voglia di mettersi tra i fornelli? Certo, cucinare è una vera e propria passione, tuttavia delle volte si vorrebbe solo ottenere risultati ottimali senza doversi per forza cimentare in tempistiche lunghissime di preparazione.

A scongiurare tutto ciò, esiste sul mercato questo fantastico elettrodomestico che ormai ha preso sempre più piede guadagnandosi persino l’ampio consenso da parte dei professionisti del settore culinario. Questo perché, puntando in particolar modo sulla versatilità, il robot da cucina ha letteralmente conquistato un pubblico sempre più ampio. Permettendo anche ai meno esperti, di ottenere piatti di qualità e soprattutto genuini!

Ma cosa fa esattamente un robot da cucina? Ecco le sue funzioni principali che devi assolutamente conoscere!

La notorietà e la fama che negli anni si è guadagnato il robot da cucina non sono certo una casualità ma anzi, fattori come l’estrema praticità, la funzionalità e la versatilità in termini di preparazioni, hanno assicurato proprio al robot da cucina un buon ruolo da protagonista nell’ambito degli elettrodomestici per cucina. Ma quindi, quali sono le funzioni di questo straordinario elettrodomestico? Ecco di seguito un breve elenco riassuntivo:

  • Tritura e sminuzza.
  • Centrifuga.
  • Impasta.
  • Monta.
  • Frulla.
  • Cuoce.

Come possiamo notare non sono certo poche le sue funzioni. Logicamente a seconda del modello e della fascia di prezzo specifica, esse saranno più o meno presenti. Tuttavia il must per un robot da cucina sarà di certo quello di triturare e sminuzzare il cibo, così da rendere possibili preparazioni diverse tra composti, piatti di carne o verdura ecc.

Robot da cucina senza la funzione della cottura. Perché o quando preferirlo!

Generalmente, i robot da cucina che hanno la funzione di cottura, tenderanno in ogni caso a costare qualche soldo in più. Per tale ragione, molti utenti che ritengono superfluo o non funzionale alle proprie esigenze la cottura sul proprio macchinario, preferiranno di gran lunga optare proprio per i modelli privi della possibilità di cuocere.

Il vantaggio sostanziale, quindi, il risparmio in termini di spesa ma non solo. Mancando una funzione del genere, si andrà anche a risparmiare su un aspetto legato alla struttura stessa del macchinario e quindi in relazione al suo ingombro. Ricordiamo sempre che, pretendere un robot da cucina con più funzioni possibili, farà accrescere esponenzialmente il volume dell’elettrodomestico.

Quindi è un acquisto valido in quanto a qualità e prestazioni complessive? Assolutamente! Malgrado non sia presente la funzione di cottura, un robot da cucina potrà comunque considerarsi eccellente in fattori di qualità e prestazioni. Esistono modelli professionali e di fascia medio-alta che non presentano la funzione della cottura, ma nonostante questo si ritengono il top di gamma.

Occhio ai materiali e alla scelta degli accessori!

Così come vale per tanti altri elettrodomestici, la qualità dei materiali di fabbrica sarà in grado di determinare in bene o in male la possibile durata di un prodotto nel tempo. Nel caso dei robot da cucina si punta inevitabilmente ad elementi come lame, dischi ecc in solido e robusto acciaio. Struttura e corpo macchina potranno anche essere in alluminio o plastica rinforzata, ma di quest ultimo se ne sconsiglia l’uso per quanto riguarda recipienti e contenitori.

La scelta, dovrà ricadere sui contenitori in vetro, in quanto parliamo di un materiali di certo più resistente e versatile anche ad una manutenzione e pulizia migliori. La plastica, di fatti, non si presta molto alla detersione in lavastoviglie e col tempo c’è il rischio che la superficie dei contenitori sia soggetta ad opacizzarsi e a perdere di trasparenza.

Quanto costano, quindi, i robot da cucina privi della funzione di cottura?

Parlando nello specifico dei prezzi, come accennavamo poco prima, i robot da cucina senza la funzione della cottura faranno di certo risparmiare qualche euro e quindi possono tranquillamente considerarsi più economici a discapito degli altri. Chiariamo inoltre che, sostanzialmente i prezzi fanno riferimento a delle vere e proprie fasce di prezzo. Quella più economica registra costi di circa 120-170 euro fino ad arrivare a somme considerevolmente più alte come 300-500 euro per i macchinari ad elevatissime prestazioni e meglio adatte per contesti professionali.

I marchi noti e quindi i brand suggeriti per l’acquisto non possono che essere i colossi del mercato, ovvero: Kenwood, Moulinex, Bosch. Affidarsi ad un marchio del genere sarà di certo sinonimo indiscusso di qualità sia in termini di materiali scelti per la costruzione, sia per quanto riguarda le prestazioni della macchina.

Considerazioni finali.

Se non si ha la stretta necessità di cuocere col robot da cucina, orientare l’acquisto su un modello che ne è sprovvisto della possibilità non potrà di certo definirsi un pessimo acquisto, anzi. Si risparmierà del denaro e di otterrà un prodotto dalle dimensioni più ristrette e quindi più pratico anche nell’utilizzo. 

Siciliana laureata in Discipline dello Spettacolo e Comunicazione alla facoltà di Pisa. Appassionata di arte, musica e scrittura. Mi occupo di scenografia cinematografica e nel tempo libero scrivo romanzi in self publiscing. Mi diletto anche nella musica e nella pittura.

Back to top
menu
Robot Cucina e Ricette