Migliori robot senza cottura: guida alla scelta, costi e valutazioni

Chi è un appassionato di cucina saprà di certo cosa sia un robot da cucina. Ebbene oggi questo elettrodomestico potrebbe ritenersi uno dei protagonisti indiscussi in gran parte delle cucine. La sua notorietà non è certo casuale e alla base del suo successo è possibile osservare diversi aspetti che nel complesso, hanno reso questo macchinario per molti punti davvero indispensabile.

In commercio, attualmente, esistono diversi modelli che si prestano al meglio a varie esigenze. Robot da cucina più accessoriati e performanti e quelli più funzionali e pratici con le preparazioni strettamente necessarie. Sostanzialmente la scelta si baserà su quelle che sono le nostre necessità di utilizzo. Ecco che, prima dell’acquisto, andrà analizzata con molta attenzione ogni nostra specifica esigenza.

Nel seguente articolo, nella fattispecie, vorremmo focalizzare la nostra attenzione sui modelli privi della funzione di cottura. Valuteremo insieme se questi possano rispecchiare i nostri bisogni e quale tra i tanti preferire per l’acquisto definitivo. Curiosi di saperne qualcosa in più? Non perdiamo tempo allora e scopriamo insieme caratteristiche e peculiarità essenziali per la scelta migliore di sempre!

Un robot da cucina? Il valido alleato in cucina!

Che siate o meno appassionati di cucina, un robot da cucina potrà comunque rivelarsi estremamente utile soprattutto in determinate fasi di preparazione di un preciso piatto o di una singola ricetta. Il punto di forza del robot da cucina, infatti, è la possibilità di concentrare più funzionalità ed accessori in un unico macchinario, cosa che fa risparmiare, se si fanno due rapidi conti, tempo, spazio e soprattutto denaro.

Scegliere il modello giusto non è poi così complicato, tutto dipenderà da quale sarà il nostro utilizzo, dal numero del nucleo familiare e da cosa, nello specifico, desideriamo ottenere dal macchinario.

Tra i più completi sul mercato, esistono i robot da cucina con cottura. Questi robot seguiranno passo passo la preparazione dal principio alla fine, ovvero la cottura conclusiva. Ma non solo, farà risparmiare tempo, fatica e sarà piuttosto semplice ottenere ottimi piatti senza dover sporcare padelle o pentole che poi, inevitabilmente, tenderebbero ad accumularsi. Tuttavia la scelta di puntare a robot da cucina con questa funzione avrà di certo un suo costo, quindi non sempre è consigliabile soprattutto se si vorrà fare un uso occasionale del macchinario.

Quali sono le funzioni principali di un robot da cucina comune senza la cottura?

Ebbene, scegliere di acquistare un robot da cucina privo del sistema di cottura non sarà di certo un cattivo acquisto, anzi. Come regola essenziale varrà sempre quella di mirare a quelle che sono le reali esigenze e non di mirare a priori al prodotto più costoso sul mercato. Vediamo quindi quali sono le funzioni presenti su un robot da cucina standard:

  • Tritura e sminuzza. 
  • Affetta. 
  • Centrifuga.
  • Frulla.
  • Monta.
  • Impasta.

    

La maggior parte di queste funzioni saranno il più delle volte presenti su un numero elevato di modelli. Questo perché, parte di essi sono da ritenersi assolutamente essenziali. La funzione principale, ad esempio, del robot da cucina è proprio quella di triturare e sminuzzare gli ingredienti. Questo procedimento, è in grado già di assicurare buona parte delle basi di preparazioni varie che trattano sia di piatti dolci che salati. Altri ancora, come affettare e impastare, saranno presenti anch’essi, tuttavia a volte necessiteranno di accessori appositi.

Gli accessori, se mancati, saranno acquistabili sulla base del modello che si possiede. Questo arricchirà la gamma di pietanze che il vostro robot da cucina sarà in grado di preparare, il che significa una varietà non di poco conto di ricette tutte da sperimentare!

Cosa osservare prima dell’acquisto definitivo?

Scegliere il proprio robot da cucina non si basa solo ed esclusivamente da quali funzioni esso è in grado di offrire. Infatti, sarà importante prestare molta attenzione a quali siano le specifiche tecniche o strutturarli del robot, per capire se, a fatto compiuto, esso potrà considerarsi valido oppure no per le nostre esigenze. Vediamo insieme alcuni aspetti essenziali:

 

  • Dimensione e peso.
  • Capacità contenitiva dei recipienti.
  • Potenza in watt del motore. 
  • Praticità di utilizzo. 
  • Qualità dei materiali.
  • Livelli di velocità. 
  • Accessori presenti.

    

Come possiamo notare non sono certo pochi i criteri tecnici a cui far riferimento prima di acquistare un robot da cucina. Generalmente tra gli aspetti più rilevanti vi è la potenza del motore ed i livelli di velocità impostabili.

La potenza del motore, che è calcolata in watt, determina l’efficienza complessiva del robot da cucina. Un wattaggio medio, è di circa 600-800 watt e si presta a prodotti di media qualità e di costo piuttosto economico. Volendo puntare su prodotti più performanti, il wattaggio dovrà di certo essere maggiore, ecco che modelli con watt pari a circa 1000-1500 potrebbero considerarsi i top gamma. Tutto, come è logico, dipenderà da quali siano le nostre esigenze o da quanto spesso dovrà lavorare il macchinario.

Conviene, quindi, acquistare un robot da cucina privo della funzione di cottura?

La risposta a questa domanda dovrà essere trovata sulla base di un’accurata analisi da parte dell’utente. Cosa vorremmo fare col nostro robot da cucina? Quali ricette o preparazioni desideriamo sperimentare? Sarà davvero necessaria la cottura nel macchinario? Una volta trovata risposta a questi quesiti, di certo sapremo bene su quale prodotto sia meglio o no puntare per l’acquisto.

Un macchinario ricco di funzioni, tra cui anche la cottura, sarà di certo versatile, soprattutto quando esso sarà in grado di raggiungere temperature pari anche a 150°. Tuttavia il costo non sarà da sottovalutare. Quindi, come si sul dire, il prezzo ne dovrà valere la spesa.

Prezzi? Costi? Quanto spendere per un robot da cucina privo di funzione di cottura?

Parlando più nel dettaglio dei costi, generalmente si può dire che i robot da cucina senza la funzione di cottura hanno un costo più basso e quindi possono di certo considerarsi più alla portata di tutti. Giusto per fare qualche esempio, è importante dire che la spesa si baserà su delle specifiche fasce di prezzo, che partono da quella più economica fino ad arrivare a quella medio-alta. Volendo ipotizzare l’acquisto, il prezzo oscillerà tra i 60-90 euro fino ad arrivare a costi pari a ben oltre i 300 euro. La scelta dipenderà di certo anche dal nostro budget massimo di spesa.

Non ci resta, a questo punto, che augurare a tutti voi un buon acquisto! 

Siciliana laureata in Discipline dello Spettacolo e Comunicazione alla facoltà di Pisa. Appassionata di arte, musica e scrittura. Mi occupo di scenografia cinematografica e nel tempo libero scrivo romanzi in self publiscing. Mi diletto anche nella musica e nella pittura.

Back to top
menu
Robot Cucina e Ricette